I FILM

Il Cinema Ritrovato – Barry Lyndon di Stanley Kubrick

cinema_ritrovato_2015

(GB/1975, 184′)

Regia e sceneggiatura: Stanley Kubrick. Soggetto: dall’omonimo romanzo di William Makepiece Thackeray. Fotografia: John Alcott. Montaggio: Tony Lawson. Scenografia: Ken Adam. Costumi: Ulla-Britt Söderlund, Milena Canonero. Interpreti: Ryan O’Neil (Redmond / Barry Lyndon), Marisa Berenson (Lady Lyndon), Patrick Magee (il cavaliere di Balibari), Hardy Kruger (capitano Potzdorf), Steven Berkoff (Lord Ludd), Gay Hamilton (Nora Brady). Produzione: Stanley Kubrick, Hawk Films per Peregrine per Warner Bros.

Dal “romanzo senza eroe” di William M. Thackeray (1844), sceneggiato dallo stesso Kubrick, Barry Lyndon è il Settecento percorso come un museo di cera (l’incarnato dei volti, il lume delle candele), come un colto sprofondamento allucinatorio nella pittura d’epoca: siamo in un salotto di Gainsborough, in un giardino di Watteau, seduti a una tavola di Hogarth. Vivono, questi tableaux, vivono ansiosamente di ambizioni fallaci, rovine annunciate, sentimenti corrotti, disillusioni, soprusi, umiliazioni: e l’impossibile ascesa dell’avventuriero Redmond Barry, che sposa l’aristocratica Lady Lyndon, “traccia una parabola che conduce al nulla” (Michel Ciment). A Thackeray, grande scrittore inglese in quegli anni Settanta poco ricordato e poco tradotto (e pure oggi…), Kubrick si avvicina con semplicità e trasparenza: “Amavo la vicenda e i personaggi di Barry Lyndon, e mi parve possibile farne una trasposizione senza distruggerlo”. Inventa per Barry solo un diverso finale, restituendo però a Thackeray la battuta che chiude il film – capolavoro d’ironia tragica che potrebbe funzionare, in fondo, come exergo o nota in calce a tutto il cinema di Kubrick. (fonte: www.ilcinemaritrovato.it)

 

Lunedì 12 gennaio 2015, ore 17.45 e ore 21.00, Cinema Splendor [info]